Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Mer, 24/05/2017 - 21:06
sei qui: Home > Cronaca > Imprenditore ucciso in Brasile, forse regolamento di conti

Cronaca Mondo

omicidio

Imprenditore ucciso in Brasile, forse regolamento di conti

Indagava su un buco nel patrimonio del condominio di cui era amministratore

di Redazione Basilicata24

Il giovane ucciso in Brasile (Foto da Sarconiweb) Il giovane ucciso in Brasile (Foto da Sarconiweb)

L'uomo originario della Val d'Agri, in provincia di Potenza, è stato colpito da un proiettile alla testa mentre si trovava a cena in un ristorante in compagnia del fratello.


L'imprenditore lucano Giovanni Antonio Rossi, ucciso da banditi il 21 marzo scorso a Curitiba, in Brasile, faceva l'amministratore di condominio nello stabile in cui abitava. Lo ha reso noto la polizia locale, secondo cui la vittima stava indagando su un buco nel patrimonio del condominio e la sua morte potrebbe essere stata il risultato di una resa dei conti. A confermare la nuova linea investigativa anche il fatto che l'omicidio e' avvenuto nella via in cui Rossi era residente.


Antonio Giovanni Rossi è morto per le ferite di colpi d'arma da fuoco riportate il 21 marzo a Curitiba, capitale dello stato meridionale del Paranà. L'uomo è stato raggiunto da un proiettile alla testa ed è morto in ospedale poche ore dopo. La polizia locale ha precisato che Rossi era in compagnia del fratello quando è stato avvicinato da un bandito. I due stavano pranzando in un ristorante, mentre era in corso un tentativo di rapina in una strada vicina.  

Mar, 26/03/2013 - 17:43
Stampa